martedì 22 maggio 2012

Touch


“Facciamo tutti parte di questa infinita tassellatura. Ciascuno è una cellula dell’alveare. Non tutte le tessere di un puzzle sono fisicamente in contatto, ma tutte fanno parte dello stesso grande mosaico. Come un muro di mattoni, ciascuno dei quali lo rende più solido, se ne togli uno può crollare l’intero muro. Anche se non ce ne accorgiamo la stabilità di quel muro viene testata ogni giorno. Ma il muro resiste, grazie al nostro supporto collettivo”.

3 commenti:

  1. E' proprio vero, facciamo tutti parte di un insieme più grande di noi, che ci comprende e ci trascende. E ognuno di noi è unico e indispensabile per quello che è, così come è.

    RispondiElimina

Leggi anche